La gestione delle acque di zavorra: il DHI Ballast Water Centre

La gestione delle acque di zavorra: il DHI Ballast Water Centre

14.01.2013

Per stabilizzare lo scafo di una nave vengono utilizzate le cosiddette acque di zavorra, il cui carico e scarico sulle navi può avvenire in località anche molto lontane e diverse tra loro. Di conseguenza, queste operazioni generano una migrazione di sedimenti e di microrganismi che causano, nel lungo periodo, squilibri negli ecosistemi e crescenti danni alla biodiversità.

Dato il crescente incremento dei traffici marittimi, che induce l'aggravarsi di questa
problematica, l'International Maritime Organization (IMO) nel 2004 ha adottato la Ballast Water Management Convention (BWMC). Questa convenzione definisce i requisiti che devono essere soddisfatti dai sistemi di gestione delle acque di zavorra installati sulle navi o nei porti.

In questo contesto è nato nel 2010 il DHI Ballast Water Centre, con impianti di prova
terrestri in Danimarca e a Singapore, che si rivolge agli sviluppatori ed ai produttori di
sistemi di gestione delle acque di zavorra o dei suoi componenti ed agli armatori che
devono individuare il sistema migliore di gestione da installare sulle proprie navi, per il
rispetto degli standard definiti dall'IMO.

Punti di forza del DHI Ballast Water Centre sono un team con un'elevata esperienza nelle analisi di affidabilità dei sistemi di gestione, un laboratorio in cui possono essere effettuate diverse sperimentazioni pilota e la possibilità di condurre test in diverse condizioni di temperatura (clima temperato e tropicale), salinità (< 3 PSU; 3-32 PSU e > 32 PSU) e per diverse portate (Q= 200 - 1.500 m3/h), aspetto particolarmente importante dato che i sistemi di gestione delle acque di zavorra devono garantire una elevata performance anche al variare delle condizioni al contorno che si presentano.

Per maggiori informazioni Vi invitiamo a visitare il sito web: http://www.ballastwater.dhigroup.com/